12/05/2008 19:05

Rovereto, 10 maggio 2008

Ritorno ora da Mestre: in sala c'erano circa 80 persone venute da tutta Italia per votare i Revisori dei Conti su una lista già stabilita, perchè è stato detto non c'erano altri candidati: non è vero in quanto dall'ANVGD avevano fatto richiesta di nominativi validi, nome e curriculum, cosa che ho fatto e però non è apparsa. Alla mia protesta sono stati aggiunti il nome del dott.Taverna e quello di Sergio Ulianovich; purtroppo - nonostante i molti voti ricevuti, hanno vinto i nominativi proposti-imposti. Date le molte contestazioni e soprattutto l'assenza di Toth per malattia,il Presidente incaricato Brazzoduro affiancato da Codarin hanno deciso di non mettere a votazione le modifiche allo Statuto stesso, di raccogliere i suggerimenti per modificarlo e di riproporre il tutto in altro Congresso straordinario da tenersi tra circa sei mesi. Duro l'atteggiamento di Marino Segnan che si è dimesso, abbastanza pesante il mio intervento sull'impossibilità di condurre un Comitato Provinciale senza sostegno finanziario dell'ANVGD, della necessità di dare più spazio ai Comitati Provinciali e di imporre una linea dura nel rispetto dei vivi e dei morti da contrapporre ai negazionisti; atteggiamento questo che dovrebbe tenere l'ANVGD a nome dei giuliano dalmati ; su questo è stato detto dai più che in una democrazia ognuno può dire ciò che vuole, però mi chiedo qual'è la democrazia se nel Giorno del Ricordo si deve ricorrere alla polizia per tenere a freno le intemperanze dei negazionisti senza peraltro che i vertici dell'ANVGD mettano freno a questo gioco al massacro.
Pertanto siamo andati a Mestre per votare quanto già deciso e ritornati a casa con la mia convinzione che l'assenza di Toth sia stata per lui salvifica e che la barca fa acqua da tutte le parti.

Anna Maria Marcozzi Keller
Presidente del Comitato A.N.V.G.D. di Trento