06/08/2008 00:08


IL CONFINE D'ITALIA IN ISTRIA E DALMAZIA di Luigi Tomaz è un libro unico. Unico come qualità di contenuti storici , unico come cartografia , le tavole descrittive sono originali dell'autore stesso. Nonostante l'autore sia esule dall'isola di Cherso , la sua analisi è rigorosa , mai polemica ne fantasiosa. Luigi Tomaz individua in modo magistrale lo spartiacque naturale dell'Italia fisica , del resto la conquista , la colonizzazione e la secolare presenza romana unificarono le due sponde del Mare Adriatico sotto un unico profilo etnico – politico – amministrativo – economico , le cui genti si sentivano parte di un unico popolo accomunate da lingua , cultura legislazione , economia religione e stato.
E' un libro imperdibile sia per chi conosce già a fondo la storia Istriana e Dalmata che per chi si avvicina a queste tematiche per la prima volta .