13/06/2009 21:06


La Rosanna Turcinovich GIURICIN, dovrebbe pubblicare anche quanto ha scritto PIERO TARTICCHIO, oltre alla melassa del Consigliere Ziberna, che essendo anche lui trino, Anvgd, Lega Nazionale, e Comune di Pola, espone pensieri multiuso a secondo come monta la "bava": de pupa, a mezza nave, o de bolina stretta. PIERO TARTICCHIO spiega minuziosamente cosa sia successo in Lombardia, ove i “pizzinari” romani hanno esautorato arbitrariamente, per meschini personalismi, un Comitato, quello di Milano, ZIBERNA sparge melassa avvelenata con gioia e gaudio della Turcinovich, che se guarda ben de raccontar i fatti così come accaduti, col solito sistema della inversione della verità de scuola comunista Titina. Come è ben presente nel DNA di Rubessa , se l’appello al buon senso degli Esuli lanciato dall’amico Rodolfo Ziberna è sincero,nulla osta ad un incontro propedeutico per la costruzione di una casa capace di contenere solo coloro i quali intendano finalmente difendere solo ed esclusivamente gli interessi degli ESULI. Luciano Rubessa risponde: presente!

In odio alla libertà di critica, e nella assoluta nullità di qualunque risultato, la “CUPOLA” della sacra TRIMURTI, BRAHMAN SHIVA E VISNU, ha ritenuto di commissariare il COMITATO DI MILANO per irregolarità inesistenti. Di irregolare c’è stato solo l’illusione, della maggioranza dei consiglieri di Milano, di pensare di vivere in un consesso democratico ove le opinioni, debbano poter circolare ed essere espresse liberamente, ma, lor “Signori” colpiti dalla nullità del loro operato, mal sopportano gli spiriti liberi e si inventano, con motivazioni di stampo ortodosso stalinista malversazioni inesisteti in "odio veritate".

Scrive la Turcinovich GIURICIN: “Rodolfo Ziberna ci ha inviato una serie di riflessioni sulla realtà associativa degli esuli che vogliamo pubblicare condividendo il suo messaggio e l’appello che rivolge alle persone di buona volontà “ : Ma Piero Tarticchio allora non appartiene a questa categoria ?

Ma dimentica la Giuricin la differenza tra il vero e il falso e tra la ingenuità e la monaggine , perché invece non ci racconta anche la sua verità su Milano e le incredibili manovre della coppia Brazzoduro/Predolin al Consiglio Regionale avvenute con l'appoggio di lettere della Presidenza Toth contro il lavoro effettuato dai Consiglieri di Milano e , miei personali , per assicurare ai Comitati Lombardi i fondi previsti dalla Legge Regionale 2 del 14 Febbraio 2008 , perduti per l'ANVGD e di cui l'Avv.Emanuele Busi , la Consigliera Regionale Margherita Peroni ed il Capogruppo Regionale del PD Lucchini possono testimoniare l'impegno dei Consiglieri di Milano e del Presidente della Consulta Lombarda dell'ANVGD , per ottenerli e poter così onorare , raccontandolo nelle scuole , nelle piazze , nei teatri e nelle sale dei Consigli Comunali , Provinciali e Regionali il sacrificio degli Istriani , Fiumani e Dalmati per rimanere Italiani , scopo ultimo della Legge Regionale , legge passata del tutto in seconda linea a fronte di piccoli e meschini giochi politici locali , dimenticando che l'ANVGD non è una piattaforma elettorale per personaggi di partito , ne può essere ritenuta tale dalla Presidenza neanche per i Fedelissimi.

Il Presidente della Consulta Regionale Lombarda dell'A.N.V.G.D.

                        Luciano Rubessa

 

Leggi le posizioni di Rodolfo Ziberna e di Franco Biloslavo