08/02/2013 17:02

 

( in foto , il Presidente Nazionale A.N.V.G.D. Dott. Antonio Ballarin )

«Alla Comunità giuliano-dalmata di Torino, raccolta nel Comitato Provinciale ANVGD che riunisce l’industriosa collettività degli esuli nel capoluogo piemontese, e ai suoi dirigenti, va la forte e fraterna solidarietà dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, di tutti i suoi Comitati e Delegazioni provinciali e della Presidenza nazionale, per l’oltraggio nuovamente recato nottetempo da vili fanatici dell’odio etnico e ideologico», dichiara il Presidente nazionale Antonio Ballarin in merito alla nuova distruzione della targa, avvenuta la scorsa notte, che nel capoluogo piemontese ricorda le vittime delle Foibe e l’esodo degli italiani dall’Istria, Fiume e Zara.

«Gli esuli giuliani e dalmati – prosegue il Presidente nazionale ANVGD Ballarin –, che mai hanno recato disturbo né elevato proteste clamorose pur avendo subito nell’esodo emarginazione e prevaricazioni, non sono più disposti a tollerare il vilipendio della loro storia», un «barbaro e  vile oltraggio alla memoria frutto di odio elevato a dottrina».

 La Sede nazionale ANVGD