07/10/2013 15:10

 

Era in viaggio verso Trieste per commemorare il 70° anniversario della morte della sorella Norma, la studentessa seviziata e uccisa nel 1943 dai partigiani jugoslavi in Istria e gettata nella foiba di Villa Surani di Antignana (attualmente Tinjan , in territorio croato).


Licia Cossetto vedova Tarantola, 90 anni, si è spenta attorno a mezzogiorno di sabato nei bagni dell’autogrill di Calstorta Sud, al confine tra le province di Venezia e di Treviso, sull’autostrada A4. L’anziana maestra era partita alle 7,30 dalla sua abitazione di via Pascoli a Ghemme in compagnia della docente liceale Rossana Mondoni e del marito Daniele Comero. «Erano diretti a Trieste - dice la vicina di casa Angela Tosi - per partecipare alla commemorazione per la morte della sorella Norma che per una tragica coincidenza era morta infoibata nella notte tra il 4 e 5 ottobre 1943. Le avevo fatto visita nel suo appartamento al quarto piano nella serata di venerdì. Ogni anno in questi giorni si rattristava perché il peso dei ricordi per quei traumatici eventi si faceva sentire».


Nel ricordo della sorella Norma
Protagonista instancabile di incontri e conferenze per trasmettere la memoria della strage delle foibe, Licia Cossetto ricevette nel 2005 la medaglia d’oro al valor civile per la sorella Norma dalle mani del presidente Carlo Azeglio Ciampi. Nel settembre 1997 era rimasta vedova del ghemmese capitano dell’aeronautica Guido Tarantola. Lascia la figlia Norma e numerosi nipoti. La salma rientrerà a Ghemme lunedì. Nella chiesa di San Rocco la camera ardente. Martedì nella chiesa parrocchiale le esequie solenni con la decretazione del lutto cittadino.


Nel 2010 a Verbania per la «Giornata del ricordo»
Era la «Giornata del ricordo 2010» quando il parco di Villa Maioni di Verbania venne intitolato a Norma Cossetto. La lapide, posata sul muro dell’ex casa del custode della villa, era stata scoperta da Licia Cossetto. Prima della cerimonia aveva incontrato gli studenti del Ferrini a Verbania. «Ho insegnato per 42 anni e mai in un libro di testo una riga sulle nostre disgrazie. Ora finalmente si rende giustizia a un popolo dimenticato - così aveva detto incontrando gli studenti - Ho perso otto persone della mia famiglia in quella tragedia. Poi ho dovuto subire l’umiliazione dell’oblio».


Domani il funerale a Ghemme
Oggi la salma di Licia Cossetto arriverà da San Donà di Piave a Ghemme. Alle 20 è previsto il rosario. Domani invece nel paese del Novarese sarà lutto cittadino: il funerale sarà celebrato alle 14,30 nella chiesa parrocchiale.

La Stampa , 7 Ottobre 2013