14/12/2006 13:12

La Federazione delle Associazioni degli Esuli ha presentato al Governo precedente ed all'attuale un elenco di nove punti comprendente le principali richieste da soddisfare in tempi brevi.

Sarebbe bello leggere sui nostri giornali come l'Esecutivo ed il suo Presidente hanno portato avanti questi punti : a chi sono stati presentati in forma scritta ? Quali risposte scritte hanno ricevuto?

Chi nell'Esecutivo ha prodotto parole e polemiche e chi , invece , ha lavorato ?

Crediamo che gli Esuli abbiamo diritto di conoscere lo stato di avanzamento lavori dei 9 punti , ed essendo a fine anno , di conoscere i programmi del 2007.

Scritti crediamo difficilmente ne vedremo , e di risultati nemmeno a parlarne.....questi dirigenti che si sfiduciano e insultano anche a livello personale nulla potranno ottenere dalle istituzioni.

L'attuale finanziaria nulla potrà portare se nulla è stato chiesto. Per avere buone possibilità di successo è necessario preparare per tempo programmi scritti ed incontri con il Governo.

Gli incontri dell'ultimo momento , le richieste fatte da alcune Associazioni di riaprire il tavolo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri , il rinnovo della Legge per il finanziamento della iniziative culturali , il riordino delle leggi per la vendita degli immobili sul territorio nazionale agli Esuli ed alle Associazioni sono foglie di fico che servono a coprire l'immobilismo della Federazione , destinate all'insuccesso anche se con il Governo è necessario tenere sempre una porta aperta.

Le altre richieste fatte da Associazioni nel contesto Europeo , con l'appoggio di minuscoli partitini senza la partecipazione dei maggiori partiti nazionali sono pura demagogia ed hanno già ricevuto risposte negative (scritte) negli anni passati.

Crediamo più che mai necessario creare un gruppo di lavoro che si incontri e che comprenda qualche “ saggio “ ( associativamente parlando ) per trovare nuove soluzioni , creare gruppo , stima e fiducia , rispetto reciproco , solo così si formerà una nuova Federazione , forte , completa , rappresentativa di tutti gli esuli che vivono sul territorio nazionale.

A questa nota confidiamo rispondano quei dirigenti delle Associazioni degli Esuli che oggi non fanno parte dell'Esecutivo della Federazione che possano portare idee e proposte , nuove iniziative e che vogliano incontrarci a breve.